Gli strati del muro, olio su tela, 70x50 cm

Questo è un quadro autobiografico: ha avuto uno scopo innanzitutto “terapeutico” prima ancora che artistico. Avevo bisogno di mettere fuori di me un tormento che portavo e porto dentro… al sesto mese della gravidanza della mia primogenita, persi la persona più cara che avevo al mondo, colei che mi ha cresciuta e dato la sua vita. Da allora, continuo a vivere, dentro di me, nella sua casa dove crebbi… quella casa, che oggi non esiste più, è tuttavia così tanto viva in me! vivo ancora dentro quella casa, ne vedo i più minuti dettagli, ne sento gli odori in modo distinto, ne conservo l’atmosfera, la luce, ogni cosa.
Ho così voluto esternare questo luogo interiore… in particolare il muro esterno della casa, spesso così fatiscente, scrostato… e poi quel vecchio interruttore della luce… a questi ricordi si sovrappone il ricordo del volto amato, in parte inafferrabile, perennemente giovane, in parte in preda al processo della corruzione che interviene con la morte…
in effetti il corpo non è altro che un “abito”, uno strato del muro che ci separa dalla vera Vita.
La nostra realtà terrena, è di qua dal muro. Il nostro stesso corpo è strato di questa divisione.

 

 

Abbiamo altri due interi siti dedicati alla Kabballart:

Kabbalart

art-Kabbaland

riproduzioni su carta pregiata e su tela

olio su tela, 70x50 cm

 

 

HOME PAGE